Di Domenico Gallo. Uno psicodramma ha investito in questi giorni il Consiglio Superiore della Magistratura e tutta la magistratura associata, dopo che le indagini avviate dalla Procura della Repubblica di Perugia nei confronti di Luca Palamara (personaggio autorevole nella magistratura, già Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati e già componente del Consiglio Superiore della Magistratura) hanno scoperchiato una serie di trame fra magistrati e politici volte a pilotare le nomine degli uffici direttivi della magistratura,

Posted: 07 Giu 19 By: Category: Blog Letto 361 volte

Com’è dura l’avventura nei palazzi del potere. Le elezioni europee hanno stabilito un verdetto inoppugnabile. La lega di Salvini ha eroso gran parte dell’elettorato del M5stelle, e può oggi alzare la voce su ogni questione che prima del voto era rimasta sospesa. L’autonomia differenziata di tre regioni del Nord, il completamento della TAV, la modifica al codice degli appalti, la flat tax, sono solo alcuni argomenti che a questo punto prendono forma con l’assenso amaro del lato B del governo gialloverde. 

Posted: 04 Giu 19 By: Category: Blog Letto 591 volte

Domenica prossima ci accingiamo a votare per le elezioni Europee. Il paradosso è che in Italia il 26 maggio si conclude una lunghissima campagna elettorale in cui si è parlato di tutto, tranne che di Europa. Negli ultimi giorni la campagna elettorale si è arroventata con uno scontro continuo fra i due partiti di governo su temi che nulla avevano a che vedere con la scelta di una rappresentanza politica al Parlamento europeo. Del resto neanche gli altri partiti hanno chiarito agli elettori che progetto di Europa hanno in testa. Solo un partito ha fatto balenare un’idea di Europa ma, a differenza del manifesto di Ventotene, non si tratta di un sogno, bensì di un incubo.

Posted: 25 Mag 19 By: Category: Blog Letto 420 volte

Coordinamento per la democrazia costituzionale. Fonti di stampa riportano la bozza di un “decreto legge” che il Consiglio dei Ministri si appresta a deliberare su proposta del Ministro dell’interno, recante “disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica”. Fermo restando che costituisce una grave scorrettezza annunziare un “decreto legge” e pubblicarne il testo prima che la procedura sia stata portata a termine, trattandosi di un espediente rivolto a condizionare la libertà di autodeterminazione del Governo e del Presidente della Repubblica, quello che allarma non è la violazione del galateo istituzionale,

Posted: 23 Mag 19 By: Category: Blog Letto 495 volte

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza dell'utente. Continuando la navigazione l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.